I rischi di un condizionatore sporco: perché e come mantenerlo pulito

INDICE

    Immersi nella routine quotidiana, spesso trascuriamo l’importanza di mantenere pulito il condizionatore. Tuttavia, comprendere i benefici di una corretta pulizia non solo garantisce un ambiente più salubre, ma anche un funzionamento ottimale dell’impianto.

    Esploriamo come pulire il condizionatore e quali parti necessitano di attenzioni, mentre scopriamo i benefici di avere un condizionatore pulito insieme ai servizi di qualità offerti da Quaseo per la cura e manutenzione degli impianti.

    detaglio di donna che cambia filtri del condizionatore

    Perché devo pulire il condizionatore?

    Niente è più vitale per il benessere del cibo che consumiamo, l’acqua che beviamo e l’aria che respiriamo. Ma cosa succede se l’aria che respiriamo è contaminata?

    Ogni volta che avvii un condizionatore sporco, diffondi spore di muffa e batteri nell’ambiente e consumi molta più energia di quella necessaria. Scopriamo assieme come la pulizia dell’aria condizionata non solo influenza la tua salute, ma anche la longevità del dispositivo.

    uomo che si soffia il naso alla scrivania mentre parla al telefono

    Danni alla salute

    Muffe e funghi

    I condizionatori d’aria vecchi e mal mantenuti possono essere responsabili di numerose condizioni di salute, come problemi respiratori e la diffusione di malattie polmonari.

    L’unità interna del condizionatore infatti, creando condensa durante tutta l’estate, è un ambiente ideale per la crescita di muffe e funghi. Durante l’inattività invernale queste muffe si diffondono e proliferano, causando problemi respiratori e quello che viene spesso chiamato “odore di calzino sporco”. Anche la ventola e il motore possono accumulare polvere, offrendo ulteriore nutrimento per le muffe.

    I sintomi

    Alcuni sintomi che possono indicare una scarsa igiene dei filtri del condizionatore includono: mal di testa, irritazione degli occhi, irritazione della pelle, secchezza e prurito, scolo retronasale, tosse, raffreddore, mal di gola, stanchezza, attacchi d’asma e problemi respiratori. Questa sintomatologia può manifestarsi in modo più severo in persone allergiche e nei bambini.

    Danni al condizionatore stesso

    Efficienza energetica

    Come ben sappiamo, i condizionatori d’aria rappresentano una parte considerevole del consumo elettrico mensile di una famiglia.
    Un’unità sporca consuma ancora più energia (dal 5 al 25% in più rispetto a una macchina pulita), dovendo lavorare di più, andando ad aumentare così i costi operativi.
    Mantenere puliti i filtri e i componenti del condizionatore garantisce che l’unità funzioni in modo efficiente, rendendola anche più economica da gestire.

    Aumento della durata

    Lasciare i condizionatori sporchi può portare a problemi sempre più gravi, fino al completo guasto dell’unità.
    Man mano che il condizionatore accumula polvere e detriti infatti, la pulizia diventa più difficile e potrebbe essere necessaria la costosa sostituzione di parti.
    Inoltre, il surriscaldamento può diventare un problema sostanziale, poiché le bobine dell’evaporatore non riescono a dissipare efficacemente il calore. Far pulire regolarmente l’unità da una società specializzata come Quaseo può prevenire questi problemi. Nonostante il costo dell’assunzione di esperti, questo investimento sarà più conveniente rispetto a spese di riparazione e sostituzione.

    uomo che pulisce filtri del condizionatore con piumino

    Come si pulisce il condizionatore? Tutto quello che devi sapere

    Abbiamo visto quali danni può provocare un condizionatore sporco, ora passiamo a come pulirlo nel modo ottimale e su quali parti intervenire.

    Filtri del condizionatore

    La cosa più importante da controllare per garantire l’efficienza del condizionatore d’aria sono i filtri. I filtri intasati e sporchi infatti riducono il flusso d’aria e compromettono significativamente l’efficienza del sistema.
    I filtri standard sono solitamente collocati nelle pareti, nei soffitti o direttamente nel condizionatore stesso. Nei condizionatori d’aria centralizzati invece si trovano generalmente lungo il condotto di ritorno.

    Esistono diversi tipi di filtri, alcuni riutilizzabili mentre altri devono essere sostituiti. Entrambi sono da controllare ogni uno o due mesi durante la stagione di raffreddamento. Potrebbe invece essere necessaria una pulizia più frequente se il condizionatore è in uso costante, in condizioni polverose o se hai animali domestici.

    donna che cambia i filtri del condizionatore

    Solitamente non è necessario l’intervento di un tecnico per la pulizia dei filtri del condizionatore. Pulire i filtri del condizionatore è un’attività di manutenzione di base che può (e deve) essere eseguita facilmente da chiunque. Tuttavia, è importante seguire le istruzioni del produttore per garantire una pulizia corretta e efficace. In generale i passaggi da per pulire i filtri sono:

    • Spegnere l’unità e rimuovere i filtri: prima di iniziare la pulizia, assicurarsi che il condizionatore sia spento per evitare rischi elettrici. Rimuovere poi con cautela i filtri seguendo le istruzioni del manuale d’istruzioni.
    • Esaminare i filtri: ispezionare i filtri per verificare la presenza di polvere, sporco e detriti accumulati. Se necessario, procedere con la pulizia.
    • Pulire con acqua e sapone o sostituire i filtri: se i filtri sono riutilizzabili, è possibile lavarli delicatamente con acqua tiepida e sapone non aggressivo. Sciacquare poi accuratamente e farli asciugare completamente prima di reinserirli.
      Se i filtri sono monouso invece, sostituirli con filtri nuovi e compatibili con il modello del condizionatore.
    • Reinserire di filtri: dopo aver pulito o sostituito i filtri, reinserirli nell’unità, assicurandoti che siano correttamente posizionati e ben fissati.

    Come puoi vedere il processo è piuttosto semplice, ma se hai dubbi o vuoi assicurarti di eseguire correttamente la pulizia, non esitare a contattare i nostri professionisti per un supporto aggiuntivo.

    bobine del condizionatore su sfondo bianco

    Bobine del condizionatore

    Le bobine evaporanti e condensanti del condizionatore, se non pulite regolarmente possono compromettere il flusso d’aria e l’efficienza del sistema. È importante controllare e pulire la bobina evaporante almeno una volta all’anno per evitare accumuli di sporco che possono ridurre la capacità del condizionatore di assorbire calore.

    Allo stesso modo, le bobine condensanti esterne possono accumulare sporco da ambienti polverosi, dagli scarichi del condizionatore e dalla vegetazione vicina.

    Per pulire l’area intorno alla bobina, rimuovi eventuali detriti e pota le piante ad almeno 60 centimetri di distanza, in modo da consentire un adeguato flusso d’aria intorno alla condensatrice.

    Alette della bobina del condizionatore

    I lamellari in alluminio sulle bobine evaporanti e condensanti sono facilmente pieghevoli e possono accumulare polvere e detriti, compromettendo non solo il flusso d’aria ma anche la qualità dell’aria.

    Gli ingrossatori per lamellari, noti come “fin combs”, sono disponibili presso i fornitori di condizionatori d’aria e possono essere utilizzati per raddrizzare le lamellari danneggiate. Si tratta tuttavia di un lavoro di precisione che è meglio lasciare a dei professionisti qualificati, anche per evitare ulteriori danni alle unità.

    donna che pulisce le alette della bobina del condizionatore con un fin comb
    condizionatore mitsubishi appeso con tubo di scarico condensa a vista

    Scarichi della condensa

    Ci sono molte ragioni per cui i drenaggi del condizionatore possono intasarsi. Insetti, qualità del condizionatore e dei drenaggi, età del sistema e installazione inadeguata possono bloccare i canali di scarico, che quindi impediscono all’unità di ridurre l’umidità, andando a danneggiare pareti o tappeti.

    Se noti che i drenaggi sono bloccati o vedi acqua gocciolare dalla tua unità interna, contatta un professionista per evitare ulteriori danni.

    Infine, per garantire il funzionamento ottimale del tuo condizionatore d’aria, è consigliabile eseguire una serie di controlli preventivi.

    All’inizio dell’estate assicurati sempre di ispezionare i filtri e controllare la guarnizione per evitare perdite d’aria.

    All’inizio dell’inverno invece prendi in considerazione di coprire o rimuovere il condizionatore per proteggerlo dagli agenti atmosferici e dai detriti, assicurando così la sua durata nel tempo.

    Hai bisogno di pulire il condizionatore e vivi a Milano? Contatta Quaseo!

    Se il tuo condizionatore richiede più di un lavaggio del filtro è consigliabile affidarsi a un tecnico professionista. I nostri esperti certificati IQP Mitsubishi sapranno individuare e risolvere i problemi del tuo sistema di condizionamento d’aria.

    Se abiti a Milano scegli Quaseo per assicurare un ambiente fresco e confortevole in casa tua tutto l’anno.

    Vendita e installazione
    di condizionatori

    SCOPRI DI PIùPULSANTE-2

    Assistenza e manutenzione

    SCOPRI DI PIùPULSANTE-2

    Chiedi un preventivo senza impegno